La violenza nei confronti degli operatori sanitari

ID 371244. È online sulla piattaforma FadInMed il corso di formazione a distanza gratuito “La violenza nei confronti degli operatori sanitari” (10,4 crediti ECM), coordinato dal Gruppo di Lavoro FNOMCeO per la sicurezza degli operatori sanitari.

Gli episodi di violenza comportano per gli operatori sanitari conseguenze fisiche e psichiche spesso gravi e che non si limitano al momento dell’aggressione fisica o verbale ma che si trascinano nel tempo, con importanti ricadute sulla sfera psichica, con forme di ansia e depressione e di minore soddisfazione nell’attività lavorativa quotidiana. Oltre alle conseguenze sullo stato di salute degli operatori sanitari colpiti occorre considerare anche le conseguenze economiche negative di tali situazioni.

“La FNOMCeO sta da tempo sollecitando le istituzioni competenti a intervenire, con gli strumenti a disposizione e individuando nuove soluzioni, per arginare il drammatico fenomeno della violenza sugli operatori sanitari, che si sta concretizzando in una vera e propria emergenza di sanità pubblica. L’intento è quello di rafforzare quel patto che tradizionalmente lega il paziente al proprio medico, professionista della salute a cui ci si affida, in uno scambio improntato alla fiducia reciproca e all’alleanza terapeutica” dichiara il Presidente Filippo Anelli.

Le soluzioni prospettate sono molte. Il 13 marzo 2018, a seguito della proposta della presidenza FNOMCeO, si è insediato presso il Ministero della Salute, l’Osservatorio permanente per la garanzia della sicurezza e per la prevenzione degli episodi di violenza ai danni di tutti gli operatori sanitari.

Sono stati tre i progetti di legge sulla materia. Tra questi, l’8 agosto 2018 il Ministro della Salute ha presentato un disegno di legge “recante disposizioni in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie nell’ambito dell’esercizio delle loro funzioni” che si è concretizzato. La legge n. 113 del 14 agosto 2020 mira anche a sostenere e promuovere un cambiamento culturale che coinvolga i cittadini oltre agli operatori sanitari. In particolare la legge all’articolo 3 dice esplicitamente che “Il Ministro della salute promuove iniziative di informazione sull’importanza del rispetto del lavoro del personale esercente una professione sanitaria o socio-sanitaria” e all’articolo 8 istituisce la “Giornata nazionale di educazione e prevenzione contro la violenza nei confronti degli operatori sanitari e socio-sanitari”, volta a sensibilizzare la cittadinanza a una cultura che condanni ogni forma di violenza.

Un’indagine tramite questionario, elaborato dal Gruppo di Lavoro FNOMCeO per la sicurezza degli operatori, permetterà di avere un quadro d’insieme del fenomeno, monitorando le aggressioni fisiche e verbali, la messa in sicurezza delle sedi e il rischio di burnout dei professionisti.
Questo corso FAD è un ulteriore elemento per diffondere le conoscenze sul fenomeno della violenza e delle possibili azioni preventive, ma soprattutto per promuovere la cultura della tolleranza zero (tutti i tipi di violenza sono inaccettabili).

Durata del corso: dal 01 gennaio al 31 dicembre 2023.

Come accedere al corso

Il corso è disponibile gratuitamente sulla piattaforma FadInMed https://www.fadinmed.it/

Si ricorda che l’accesso a FadInMed è possibile sia attraverso SPID, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS) sia attraverso le credenziali tradizionali (ID e PIN).

Autore: Redazione FNOMCeO 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *